Editoriale di Edmondo Bertussi

logoanpi.gif

Per una rivolta morale

 

Con gli auguri di Buon Natale e di un Anno Nuovo più sereno di quello che abbiamo “attraversato”, si offrono pic­coli spunti per importanti riflessioni con chi abbiamo vicino e più caro, figli, ni­poti, amici. L’impressione è che se non si riparte da li, in casa, quotidianamen­te, con tenacia, sia cominciata una de­riva con approdo che sicuramente non è quello sognato dai “resistenti” di ieri e di oggi: urge una “rivolta morale” nel nome dei valori universali di libertà, fra­ternità, giustizia ed uguaglianza.

Il primo è rivolto soprattutto a tante ammiratrici (e votanti) dei moderni “sul­tani” nostrani e non.

Perché un silenzio così assordante su un fatto recente, sulle “lezioni religiose “col libretto verde del colonnello Gheddafi alle quali erano ammesse solo ragazze alte almeno 1 e 70, possibilmente bionde, tacchi minimo 7 cm. e taglia inderogabile 42? Tutto a Roma durante un appunta­mento internazionale come quello della FAO. dove si ricordava che ogni sei se­condi muore di fame un bambino. Perché il fiume di discorsi e petizioni di questi mesi sulla degradazione del cor­po delle donne, oggetto da esibire co­me gingillo con canoni di bellezza dove l’intelligenza è solo mortificata, si è ina­ridito improvvisamente?

Il sindaco di Cortenuova (Bg) è stato in­vestito da una bufera politica sollevata dall’opposizione (Lega e Pdl) per aver dato ascolto (500 euro) ad una famiglia nigeriana che chiedeva aiuto per rimpa­triare la salma di un congiunto. Un certo Carlo sul sito Bergamo news.it ha scrit­to: “Che senso ha promuovere raccolte di firme per la difesa del Crocifisso e poi non mostrare carità cristiana?”

Infine: le riforme ( da quelle sulla giustizia a quelle sull’acqua … ) vanno fatte perché servono a tutti i cittadini o a qualcuno? “Chi rappresenta le istituzioni deve essere buon esempio di impegno ,dovere, valori ideali e morali. Un paese è rispettato se è rispettabile, se non offende immigrati e minoranze” (Giorgio Napolitano all’aper­tura dell’anno scolastico)

Editoriale di Edmondo Bertussiultima modifica: 2009-12-22T12:53:07+00:00da anpironc
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento